Digital

Personal Branding: come impostare una strategia efficace

25 Gennaio 2016

Personal Branding: come impostare una strategia efficace

Creare e gestire la propria immagine personale e professionale sul Web, sino a farne un vero e proprio brand, significa impostare una strategia di Personal Branding: “l’arte di vendere se stessi con modalità simili a quanto avviene con i prodotti commerciali”.

Secondo la definizione più comune del termine, si tratta di individuare o definire i propri punti di forza e comunicare in maniera efficace cosa si è in grado di fare, come lo si sa fare e perché gli altri dovrebbero sceglierci.

10 Cose da sapere per impostare una strategia di Personal Branding efficace 

1. Ad ogni canale il giusto ruolo

Abbiamo a nostra disposizione una grande varietà di canali attraverso cui comunicare noi stessi o il nostro business sul Web, ma ognuno di questi ha delle caratteristiche che lo rendono differente dagli altri. Una buona strategia di Personal Branding deve tenere conto di questo fattore. Come? Usa ciascun canale per ciò che “sa fare meglio”!

2. Mai fare cross-posting

La nostra immagine viene veicolata su diversi canali ma è percepita come univoca. Ma questo non ci deve far credere che quando condividiamo un contenuto lo dobbiamo fare allo stesso modo su tutte le piattaforme in cui siamo presenti. Ogni canale ha il suo linguaggio, il suo carattere e, soprattutto, il suo target. Pensare che basti fare un invio multiplo di un post tanto per mantenere attivo il proprio profilo su un certo canale, è un errore. Impariamo dunque a conoscere bene il “carattere” del mezzo con cui comunichiamo e adattiamo il nostro messaggio al canale. “Il medium è il messaggio”, ci ha insegnato McLuhan.

3. Farsi ambasciatori di un sapere è il modo migliore per farsi conoscere e suscitare interesse

Promuovere se stessi in maniera intelligente significa essere in grado di promuovere delle competenze, delle passioni, delle ideologie. Diventare delle vere e proprie guide per chi decide di seguirci è un modo per renderci interessanti e quasi indispensabili agli occhi degli altri.

4. Monitorate

Risultare esperti in un determinato campo è il punto di partenza ma il vero lavoro sta nel mantenere vivo l’interesse dei nostri interlocutori, aggiornarsi e monitorare costantemente le conversazioni degli utenti. Perché la vera promozione non avviene soltanto attraverso ciò che noi decidiamo di pubblicare, ma anche e soprattutto dai pareri espressi dagli utenti.

5. Fidelizzate i vostri followers

Una volta che un utente decide di diventare un vostro follower, è fondamentale alimentare la relazione attraverso un attento processo di fidelizzazione. Rispondete ai commenti e interagite con loro quando mostrano interesse per i contenuti che condividete.

6. ricordate che Siete ciò che dite e come lo dite

Fate attenzione al tono e al linguaggio che utilizzate, cedere alle provocazioni dei flamer è la trappola peggiore nella quale potreste cadere mettendo a repentaglio la vostra reputazione!

7. Puntate alla qualità, non alla quantità

Ogni contenuto deve essere calibrato e in linea con la vostra strategia di branding. Postare materiale poco interessante o fuori target solo per rispettare una frequenza di pubblicazione è controproducente.

8. Create il vostro biglietto da visita virtuale

Servizi come About.me o Visualize.me sono utili per raccogliere in un’unica pagina tutte le informazioni che vi riguardano, creando un vero e proprio hub su di voi.

About.me è un’applicazione web che consente di realizzare una pagina web personalizzabile con tutte le informazioni di contatto, una breve bio, i propri interessi e i link ai social media su cui siete presenti.

Visualize.me è il servizio gratuito che tramite il vostro profilo LinkedIn traduce il vostro CV in una vivace ed esaustiva infografica, personalizzabile con temi, colori e font a vostra scelta. Il risultato? Un curriculum colorato e diverso dal solito da condividere sui social, via mail o come preferite.

9. Non sottovalutate il potere di Linkedin

Se avete scelto di aprire un account su questo social network, siate consapevoli del fatto che si tratta di uno strumento molto potente che mette in evidenza il vostro profilo professionale nel mondo del lavoro. Un profilo trascurato, con la foto sbagliata o le informazioni non attentamente redatte, potrebbe nuocere gravemente alla vostra reputazione online.

Curate il vostro profilo nel dettaglio senza dimenticare di inserire le skills che vi contraddistinguono, un’immagine adeguata al contesto e il riepilogo sulle vostre informazioni o su quelle della vostra azienda.

10. La vostra immagine condiziona la vostra azienda

Vi accorgerete che il Personal Branding può risultare estremamente efficace in termini di visibilità anche per il vostro business. Se avete costruito un’immagine molto forte in Rete, questa potrà condizionare in maniera indiretta anche il percepito che si ha della vostra attività o dell’azienda per la quale lavorate (sia in positivo che in negativo).

Impostare una strategia in parallelo su più canali può quindi rivelarsi una tattica vincente (ma anche molto dispendiosa), per voi e per il vostro Brand.

Scegliete opportunamente e con attenzione quali canali presidiare (meglio pochi ma buoni) in funzione dei vostri obiettivi. Se vi sentite sopraffatti dalla mole di lavoro che vi aspetta, cominciare con un canale alla volta potrebbe essere un buona idea.